Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘anni 50’

Quello che vorrei, davvero, che qualcuno mi invitasse a ballare. Che mi chiamasse a condividere l’emozione del mio corpo, stretto all’altro, mentre traccia una melodia. Vorrei che mi scegliesse nel cerchio delle dame, in uno spiazzo di paese polveroso e profumato di mughetto, che mi guardasse attraverso i convenevoli e i danzatori esperti e la banda del paese e mi riconoscesse in qualche modo, nel modo antico e primordiale. Vorrei che seguisse la scia del mio richiamo, quello che non lascia scampo e traccia per sempre i contorni del destino, e che avesse i pantaloni un po’ larghi, tenuti su da una cintura di cuoio e una camicia a scacchi, delle più banali.

Non lo vorrei impantanato nelle mode di costume e non vorrei esserlo neppure io.  Mi piacerebbe indossare un vestito a fiori larghi e un po’ scollato, con i capelli neri e lunghi che si intrecciano nelle sue mani mentre mi tiene la schiena. Vorrei poterlo guardare dritto negli occhi e condividere l’emozione del corpo che avanza e sentire quella mano ferma, che mi conduce nel ritmo della danza, e fidarmi e affidarmi, fino a chiudere gli occhi e poggiare il capo sulla sua spalla.

Vorrei che fosse un attimo, fermo agli anni 50, come nei racconti della mia famiglia, quando forse scegliersi, aveva un’impronta profonda. Ecco vorrei che mi scegliesse, senza esitazioni, riconoscendo in me l’unica possibile soluzione al suo futuro.

Vorrei un momento di poesia amorosa nella mia vita, di quelle che lasciano il segno e il ricordo ti accompagna per una vita intera. Sono stanca di tutto questo rumore, di queste sceneggiate sentimentali, di questa musica orrenda che non mi lascia il tempo di pensare, di tutto questo tramestio di alcol e sguardi sfuggenti, di questa pessima rappresentazione dell’ amore.

Ho solo bisogno di tango.

Annunci

Read Full Post »